mo’ sto bbene

La carne liquida, i neri profondi come l’abisso, i bianchi allucinati. Accattone cammina tra le macerie di Roma, si lascia vivere, quando ride sembra che pianga e se piange sembra che rida. Sogna il suo funerale, poi ruba una motocicletta, cade. Mo’ sto bbene, dice prima di morire. Non amo particolarmente P.P.P., ma Accattone è un capolavoro, e dalla versione restaurata uscita in dvd poco più di un anno fa, l’immagine e le musiche di Bach escono in maniera potente. Un bel modo di passare la domenica pomeriggio, quando si litiga con la fidanzata, e si vorrebbe quasi (quasi!) morire.

Annunci

0 Responses to “mo’ sto bbene”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




DoveConviene

è quel che dico anch’io…

O. su fatti delle domande, datti del…
Tullio Greco su Il Grande Blek
musica rock su fatti delle domande, datti del…
Anonimo su editori
tito su facebook
presenziatore alle p… su facebook
consulente telefonic… su il principe di persia
tito su il principe di persia
Anonimo su il principe di persia
Anonimo su editori

Chi c'è

  • 45,745 passanti non identificati

Wikio

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: