Sabato

Si sono procurati un coltello a serramanico, hanno preso il treno e, con le peggiori intenzioni, da Massa Carrara sono arrivati a Cavi di Lavagna, in provincia di Genova. Erano in quattro, tra i sedici e i diciassette anni. Sulla passeggiata di Cavi hanno rintracciato un loro coetaneo che voleva soffiare la fidanzata al capo della banda e lo hanno picchiato e minacciato con il coltello. Poi, convinti di aver impartito una meritata lezione al poveretto, se la sono data a gambe. La vittima, che al momento dell’aggressione era assieme alla ragazzina contesa, in preda al panico si è rivolto alle forze dell’ordine e alla fine della favola i piccoli balordi sono stati arrestati. Un atto vigliacco, non c’è dubbio, compiuto da quattro esseri spregevoli. Spregevoli, già, magari qualcuno lo pensa e chissà, forse c’è del vero in questa definizione. Ma i quattro bulli io li ho conosciuti. I carabinieri li hanno portati alla comunità minorile dove lavoro e al termine di un sabato triste, passato a giocare a Monopoli e a cercare di capire, i tre mi hanno salutato mentre me ne andavo dicendo testualmente: “grazie della compagnia”.

Advertisements

0 Responses to “Sabato”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: