Torta di zucca

Ricetta per 3/4 persone.

Ingredienti: una cipolla bianca, 300 gr di funghi porcini (surgelati vanno più che bene), 500 gr di zucca, 120 gr di parmigiano grattugiato, 250 gr di stracchino, 250 gr di pasta sfoglia, olio d’oliva, maggiorana q.b.

Prendi una casseruola, fai passare in un po’ d’olio la cipolla bianca tagliata fine con i funghi, anche loro a tocchetti piccoli. Quando vedi che la cipolla comincia ad appassire, inserisci la zucca che avrai tagliato a listelle sottili per sveltire la cottura. Lasci amalgamare tutto per una ventina di minuti (se è il caso aggiungi un po’ d’olio, ma non tanto) ricordando di girare frequentemente con il fottuto mestolino, il cucchiaio di legno, come si chiama? Poi prendi il minipimer, quell’affare, sai? Quell’affare che serve a… Vabbè, ci siamo capiti. Con il minipimer sbricioli, dissesti, sgomenti il tutto e quando il ripieno è diventato una pasterella ci aggiungi parmigiano, stracchino e maggiorana. La maggiorana è importante! Puoi usare  anche quella che vendono ai supermercati, nei contenitori delle spezie, hai presente? Usa quella che cazzo vuoi, ma non ti dimenticare la maggiorana (che in dialetto genovese si chiama “persa”). Hai fatto? Perfetto. Ora dai ancora una mescolatina sul fuoco, di modo che lo stracchino si sciolga bene, e versa nella pasta sfoglia (ho messo il link della ricetta, ma va bene anche quella pronta dei supermercati, specialmente quella Stuffer, che è portentosa), che avrai provveduto a stendere su una teglia antiaderenza. Lascia in forno per 25 minuti a 200 gradi ed è fatta. Hai capito?

 A me piace, alla dottoressa anche.

Annunci

3 Responses to “Torta di zucca”


  1. 1 luigi... quello che alla fine c'era gennaio 17, 2008 alle 12:56 am

    Ingredienti perfetti che non so se cotti assieme diano i risultati previsti. Però se piace al geometra e alla dottoressa non si può che provare. L’arte culinaria è l’anticamera del paradiso in terra…. assieme ad un altra cosa, ma questa è un’altra storia, o un momento non descritto della dottoressa e del geometra.

  2. 2 Tommaso Lisa gennaio 18, 2008 alle 12:02 am

    CIAO ANGELONE,
    ti ho appena lasciato un post nella sezione del libro.
    Quando avrò tempo per cucinare, sperimenterò l’allettante ricetta.

    Tom

  3. 3 il coinquilino (quello che al momento non c'è)) gennaio 18, 2008 alle 9:27 pm

    Magari avercela qui a Dublino, in mezzo alla pioggia, una torta di zucca. Qui fa troppo freddo per lasciare la torta sul davanzale, come nonna papera. E quando i miei coinquilini australiani cucinano…mi vengono i brividi solo a pensarci.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: