Shakespeare in love

Hanno alle spalle vicende barbare. Uno dei ragazzi, per esempio. La sua fidanzata apparteneva a un clan nemico ed è stata uccisa. I parenti della fidanzata, allora, volevano vendicarsi su di lui. Per salvare la pelle è dovuto scappare dal suo Paese e chiedere asilo in Italia. Un Romeo sopravvissuto alla sua Giulietta. A sentire le loro storie io ho pensato a Shakespeare. I ragazzi della comunità in cui lavoro sembrano usciti dal Re Lear. Sangue per la terra, fratelli che uccidono fratelli. Libano, Kurdistan, Afghanistan. Oggi, che è sabato, li ho visti prepararsi per uscire. Profumavano di crema dopobarba, avevano il gel tra i capelli. Uno di loro credo che si sia preso una cottarella, ma è molto riservato e non ne parla. Mentre uscivano, e mi lasciavano solo nella comunità, nel cielo nuvoloso di Genova è spuntato un po’ di sole. 

Annunci

0 Responses to “Shakespeare in love”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...




DoveConviene

è quel che dico anch’io…

O. su fatti delle domande, datti del…
Tullio Greco su Il Grande Blek
musica rock su fatti delle domande, datti del…
Anonimo su editori
tito su facebook
presenziatore alle p… su facebook
consulente telefonic… su il principe di persia
tito su il principe di persia
Anonimo su il principe di persia
Anonimo su editori

Chi c'è

  • 46,099 passanti non identificati

Wikio

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: