Isaia 12; 22

Anche la notte più scura termina con lo spuntare del sole, diceva Isaia, seduto sulla panchina di fronte al mare, verso le quattro e mezza del mattino, mentre solitario aspettava l’alba, appena prima che il silenzioso motoscafo senza pilota lanciato a folle velocità rimbalzasse sugli scogli alla sua destra e gli si schiantasse in faccia.

Annunci

0 Responses to “Isaia 12; 22”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




DoveConviene

è quel che dico anch’io…

O. su fatti delle domande, datti del…
Tullio Greco su Il Grande Blek
musica rock su fatti delle domande, datti del…
Anonimo su editori
tito su facebook
presenziatore alle p… su facebook
consulente telefonic… su il principe di persia
tito su il principe di persia
Anonimo su il principe di persia
Anonimo su editori

Chi c'è

  • 45,745 passanti non identificati

Wikio

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: