Isaia 12; 22

Anche la notte più scura termina con lo spuntare del sole, diceva Isaia, seduto sulla panchina di fronte al mare, verso le quattro e mezza del mattino, mentre solitario aspettava l’alba, appena prima che il silenzioso motoscafo senza pilota lanciato a folle velocità rimbalzasse sugli scogli alla sua destra e gli si schiantasse in faccia.

Annunci

0 Responses to “Isaia 12; 22”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: