Cremino

C’è questa polemica che ora ci si può cremare senza pericolo per la risurrezione, l’importante che non ti fai cremare solo perché disprezzi il corpo. C’è questa polemica che va bene, ti diamo il permesso di cremarti, però disperdere le ceneri meglio di no. Sempre per la questione della resurrezione della carne, che poi recuperare tutti i lapilli sarebbe complicato e magari ti resuscitano con dei buchi. C’è questa questione che io non so se credo in dio, e a volte ho delle motivazioni talmente rozze che Odifreddi (che mi sta sulle balle perché è uguale a Torquemada, solo con il segno contrario) me le smonterebbe facilmente. Per esempio quando sono innamorato, oppure immerso nell’acqua del mare, oppure se vado a correre sul Righi, in mezzo al verde. Con queste motivazioni dico: com’è bella la vita! Com’è dolce! E difatti sento che c’è un vento sopra di me, che mi trascende e non capisco cosa sia. Allora, io che sono un isterico romantico da romanzo ottocentesco e perfino con latenze omosessuali (vabbe’, adesso non esageriamo con il cinema-verità!), ho deciso che voglio farmi cremare e disperdere da qualche parte (possibilmente mare, al largo) perché la macchina del mio corpo creata da dio entri in armonia, in perfetta risonanza con il divino ingranaggio che è la Natura.

Annunci

1 Response to “Cremino”


  1. 1 giustinoilnizzardo giugno 13, 2009 alle 1:25 pm

    (arieccome qua). parole sante quelle su Odifreddi. questo blog mi garba sempre più..


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: