Un libro naturale – Manuale di divulgazione scientifica

SULL’ORIGINE DEL MONDO COME LO CONOSCIAMO ORA – PARTE SECONDA

Resta da vedere in che modo, concretamente, le Vite più monotematiche si siano intortate nel sacchettino di cui dicevasi. In verità è andata che la nostra terra, al tempo in cui era invasa dalle acque, ha accolto in pieno spirito di servizio alcuni princìpi nutritivi provenienti dall’alto. Oh, la fiduciosa! Senza chiudere dogane e far conto di dazi, dessa ha aperto le braccia ai suoni delle elise sfere: non proprio un Verbo in tralice, ma baccani sofisticati, almeno a quelle orecchie rudimentali: rumori di altre epoche e di altri pianeti dove regnava la chiacchiera felice tra i buoni spiriti. Però, se le anime dei mai nati e delle schiere angeliche avevano agio, nel loro paradisetto, a comunicare con siffatto linguaggio, le articolazioni vocali, precipitando nel nostro mondo, hanno dovuto fare i conti con il fondale impegolato nel silenzio, poco propenso a concretizzare le vibrazioni in tessuto urbanistico e organizzazioni sindacali. La parola ha così assunto la forma del cielo (con tutto l’apparato astronomico) e si è pianificata in piogge, radunate nelle praterie sopraelevate e quindi scaricate al suolo assieme ai decisivi semi. A filo di vento, rapidi e sintetici, proprio questi semi di incerta provenienza, ovvero le sillabe più disperse, hanno fecondato le ben disposte zolle progenitrici.

Successivamente hanno fatto il resto le eterne combinazioni tra i quattro elementi, le pressioni con le depressioni, i gas.

Tuttavia la configurazione non ha avuto subito senso. Non subito, cioè, si sono susseguite le stagioni per dare la stura al ciclo Vitale. La creazione è come la poesia, e ci vuole pazienza. Solo recentemente, infatti, e dopo secoli e secoli di approfondimenti, tutta l’architettura si è sublimamente sviluppata, e anche l’antico soffio di Vita ha raggiunto la sede della comprensione ecumenica. Ci vuole devozione, certo, però oggi ciascuno di noi, con un po’ di buona volontà, può decifrare il protomessaggio lanciato dal dio nascosto a mo’ di prova tecnica per la trasmissione.

Io, per esempio, in questo momento sento una sequenza di suoni che lascia presagire l’arrivo di una nuova era, o almeno sono io che intepreto in tale maniera la frase che ostinatamente il cosmo mi ripete, e che nel mio cervello grida: bastardi, è tempo di impazzire.

Advertisements

0 Responses to “Un libro naturale – Manuale di divulgazione scientifica”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: