L’uomo invisibile

In piazza c’era molta gente noi due eravamo in due ma avremmo voluto essere di più. Molta fatica trovare un tavolino libero attesa lunghetta e alla fine eccolo. Noi due eravamo in due e ci siamo seduti in un tavolinetto che sarebbe da quattro in quanto quadrato quattro lati e comunque era il minimo per due. Che così in questo modo restavano due sedie libere e due sedie occupate da noi due una per uno. Lo dico per essere preciso. Arriva un tale indica la sedia alla mia destra mi fa: è libera? Posso prenderla? Io dico: certo. Poi arriva un altro tale indica la sedia davanti a me e fa: è libera? Posso prenderla? E io: come no. Poi arriva un terzo tale indica la terza sedia e domanda: è libera? Posso prenderla? Solo che era la sedia dove ero seduto io.

Annunci

1 Response to “L’uomo invisibile”


  1. 1 cerbiatto.bollito settembre 21, 2009 alle 11:08 pm

    ma per davvero?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: