Robin Hood

Sono nato in un quartiere di ricchi ci ho vissuto fino all’altro ieri comunque nonostante i nobili natali non ho mai avuto una lira e lo dico a scanso di equivoci non ho nulla contro i soldi ma ritengo che avere i soldi metta a nudo se sei un signore o un miserabile nell’intimo e io temo che avendone in quantità anche minima mi appaleserei in tutta la mia meschinità e quindi preferisco non rischiare e tenermi le pezze ar culo. Volevo parlare di questo? No, volevo parlare del quartiere. Domenica so’ annato a trova’ mi madre poi so annato cor cane per le creuze cantate da de Andrè (perché io sono nato a circa trecento metri dalla ben nota villa Paradiso dove ha trascorso la giovinezza il celebre cantautore) e infatti il quartiere in esame è tipico per le creuze anzi le creuze si può dire che si trovino solo in quel quartiere e canticchiavo e ogni tanto quando i muri erano più bassi intravedevo queste case dei ricchi le dimore signorili con le tapparelle tirate giù le magioni silenziose e tristi e spettrali non c’era nessuno io credo all’interno automobili solo automobili parcheggiate nel parcheggio condominiale i giardini con il prato all’inglese umido di brina una bicicletta per il pupo ma veramente malinconico il silenzio non c’era nessuno e ho sorriso pensando che il mio quartiere non ha più niente a che vedere con me e con il casino costante a tutte le ore di dove abito adesso.

Annunci

0 Responses to “Robin Hood”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: