“È la stampa, bellezza?”

Sul Giornale di oggi (pag. 31) viene riportato (virgolettato) il brano di un’intervista pubblicata dal Corsera del marzo del 2009. Il brano dice: “E, nel ’94, [la sinistra n.d.r.] pareva sul punto di prendere il potere. Ma sulla sua strada ha incontrato Berlusconi, che, devo riconoscerlo, ha dimostrato un talento politico eccezionale. I suoi governi hanno garantito all’Italia ordine, stabilità, continuità. E hanno mandato all’opposizione una sinistra che avrebbe fatto del male al Paese”. Sempre oggi, in prima pagina, nella consueta citazione sotto la testata de l’Unità, si leggono parole più recenti, datate 1° settembre 2010. Eccole: “Il berlusconismo è una deriva populista della democrazia. Dietro al consenso di Berlusconi vedo l’illusoria ricerca di un ‘uomo forte’ che affronti i problemi. Ma è appunto un’illusione. Perché l’autoritarismo non risolve i problemi: ne crea di nuovi”. Mi sono dimenticato di dirvi le persone che hanno detto queste cose, anzi, la persona, visto che è sempre la stessa. Si tratta di Mario Vargas Llosa, freschissimo premio Nobel per la Letteratura.

Annunci

0 Responses to ““È la stampa, bellezza?””



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: