un mucchio di giorni così

Ho aperto questa pagina alle 11.04. Non sapevo cosa scrivere, o forse sì, solo che non sapevo come scriverlo. Sono stato un’ora e mezza a tentare di cominciare, poi cancellavo, poi riscrivevo. A mezzogiorno e mezza sono andato a preparare il pangasio. Il pangasio è un pesce a buon mercato, polposo e senza spine. Ho trovato una ricetta su internet, mentre cercavo di scrivere qualcosa sulla pagina aperta di un blog che sarebbe il mio, e che trascuro ormai da settembre, e insomma siccome non riuscivo a scrivere niente, ho cercato questa ricetta del filetto di pangasio al sapore d’arancia, una preparazione semplice, il risultato è stato soddisfacente. Dopo mangiato sono tornato al desk per provare a scrivere qualcosa, mi sono detto: parliamo del pangasio. Che cazzo di pesce è il pangasio? Un pesce d’acqua dolce. Ah. Un pesce che si pesca specialmente nel delta del Mekong, che a quanto pare è, da decenni, uno dei dieci fiumi più inquinati del pianeta. Minchia, è una rumenta ‘sto merda di pangasio. Sono corso in bagno, ho infilato due dita in gola alla bella Danilù e mi sono prodotto nella stessa pratica su me medesimo, alfine vomitando. Mi sono fatto gli sciacqui con il Tantum verde, mi sono lavato ripetutamente la bocca e i denti, mi sono riseduto di fronte al pc, ora, adesso, e ho deciso che non scriverò niente.

Annunci

0 Responses to “un mucchio di giorni così”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: