il carretto fantasma

il carretto fantasma e quell’uomo gridava: geriatri!

al 21 del mese i nostri soldi erano già fantasmi.

io pensavo a mia madre e rivedevo i suoi gelati,

i più buoni eran coni di marchi perlopiù sconosciuti.

all’uscita di scuola i ragazzi vendevan gelati,

io restavo a guardarli cercando il coraggio per i fantasmi,

poi sconfitto tornavo a giocar con carretti e geriatri

e la sera al telefono tu mi chiedevi: perché non passi?

Annunci

0 Responses to “il carretto fantasma”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...




DoveConviene

è quel che dico anch’io…

O. su fatti delle domande, datti del…
Tullio Greco su Il Grande Blek
musica rock su fatti delle domande, datti del…
Anonimo su editori
tito su facebook
presenziatore alle p… su facebook
consulente telefonic… su il principe di persia
tito su il principe di persia
Anonimo su il principe di persia
Anonimo su editori

Chi c'è

  • 46,179 passanti non identificati

Wikio

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: