editori

l’altro giorno michele mi ha chiesto di raccontargli qualcosa riguardo la mia esperienza nel campo editoriale, io che sono internazionalmente noto per avere più editori che lettori. gli ho risposto con gusto e gli ho detto che nel corso del tempo ho incontrato editori di tutto rispetto che falliscono prima di pagarti i diritti (per 7-8mila copie vendute, non è poco) e altri editori ben distribuiti nelle librerie nazionali e magari con un catalogo prestigioso che però hanno il piccolo difetto di chiederti moneta sonante in cambio della pubblicazione e ancora editori sconosciuti che ti chiedono anch’essi soldi per stamparti un libro e poi questo libro nelle libreria non ci arriverà mai e ci sono anche editori grandi che si comportano come quelli piccoli e perfino piccoli editori che si comportano come quelli grandi e insomma c’è una grande confusione. ci sono inoltre gli editori che sono piccoli e magari per certi versi si stanno avvicinando ad essere medi e questi editori non si comportano male, cioè non ti chiedono soldi per stamparti il libro, e ti fanno firmare un contratto che sembra un contratto standard, solo che dopo che hai firmato vieni a scoprire casualmente che ti stampano il libro in poche decine di copie e dopo averlo stampato non te lo pubblicano, il tuo bel libretto, non lo distribuiscono, e lo lasciano a marcire in magazzino. questi sono gli editori autolesionisti, gli editori che forse sono un po’ incapaci, e bisogna evitarli come la peste, perché fanno danni anche peggiori di quelli che ti chiedono dei soldi, e come loro mi fanno incazzare.

Annunci

2 Responses to “editori”


  1. 1 Anonimo ottobre 7, 2012 alle 10:21 pm

    bello.
    peccato che gli editori piccoli che si avvicinano ad essere medi non stampano certo poche decine di copie. ne stampano poche migliaia. quelli ti fregano (se ti fregano) in altri modi.

  2. 2 Anonimo gennaio 31, 2013 alle 6:42 pm

    aggiungerei anche peccato che non sono gli editori a distribuirsi, piccoli o medi che siano, ma altri soggetti che tentano di convincere altri soggetti che vendono a prendere i libri, spesso pagandoli in anticipo. e poi anche che questi altri soggetti che vendono, se non li pagano subito, decidono di pagare i libri come e quando vogliono se non si non pagarli. per carità non tutti, ma c’è anche questo per completezza.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: